13/04/2016, 18:43



La-Rete...


 Dalla Rete, come si dice, non potrete mai aspettarvi rispetto, o silenzio o morale simile alla vostra. La Rete è il mondo fuori che è bello e che fa schifo.



Dalla Rete, come si dice, non potrete mai aspettarvi rispetto, o silenzio o morale simile alla vostra.

La Rete è il mondo fuori che è bello e che fa schifo.
Chi lo ha capito prima di tutti, cavalcandone le opportunità, sapeva anche di non poterne pretendere poi il controllo e l’equilibrio. 

La Rete è un’arena di sconosciuti in cui ci si sbrana a colpi di parole, le virgole mancanti, le ironie sottili, gli sberleffi, le parolacce, le invasioni letterate e quelle sgarbate. Si urla con il maiuscolo o con gli insulti, si incute soggezione con un vocabolario forbito dietro cui si celano personalità vivaci o storie importanti. 

È il luogo in cui, più di ogni altro, si sfogano frustrazioni e si liberano, esagerate, le inibizioni. Si attacca e ci si difende, come in guerra, quella dei videogames che non ti fa alzare dalla sedia e di cui un attimo dopo ti dimentichi, vestendoti a giorno, con la faccia bella della strada.

È tutto un bla bla bla (per citare il già detto) nel quale si rivelano infinite opportunità di conoscenze e relazioni ma che poi si perdono altrettanto velocemente nella marea umana variegata che vi si riversa. 

Pretendere silenzio, nel luogo che vive di sole parole, e dunque rispetto secondo il nostro metro di valori, che è uno dei tanti tra gli altri, sarebbe una contraddizione in termini. 

È la Rete, bellezza!


1
Create a website